Week End in The UK: Day 2

Per il secondo giorno del mio mini tour inglese la partenza prevista è alle 6:40 da Rugby, in quanto l’unico treno che andava verso Londra e che aveva un prezzo abbordabile partiva a quell’ora ed in realtà si è rivelata un’ottima scelta per ottimizzare il resto della giornata che ho trascorso per la maggior parte del tempo in treno.

Arrivato a Londra, naturalmente piove, ma ho giusto tempo di fare colazione e risalire sul treno in direzione Salisbury.
Esistono diversi tour guidati che portano a Stonehenge, ma l’unico compatibile con il mio itinerario di viaggio era il treno che partiva dalla stazione di Waterloo (vicino al London Eye, su cui ero stato l’anno scorso e che quest’anno non ho nemmeno intravisto).
Dopo un’ora e mezza circa di treno si arriva a Salisbury, una città molto carina da vedere, molto inglese, da cui parte il pullman che conduce a Stonehenge; un’altra mezz’oretta in mezzo al verde delle colline inglesi e si arriva al negozio di souvenir e al museo di Stonehenge da cui parte l’ennesima navetta che finalmente conduce al sito dove si possono ammirare le famosissime pietre.
L’audioguida aiuta la comprensione della disposizione di queste immense rocce anche se ancora oggi la maggior parte dei significati di questo luogo ci è oscura, ma io trovo che sia molto affascinante e un “must see” per tutti i viaggiatori.
L’aria iniziava a rinfrescarsi troppo nonostante non piovesse più, quindi son risalito sui vari pullman alle 16 e verso le 19 ero nuovamente in centro Londra, ma nonostante la stanchezza della giornata, non volevo assolutamente farmi mancare un tipico Fish and Chips in un locale storico di Londra.

Mi sono così diretto al Cart and Horses nella zona di Stratford, apposta perché sapevo che era uno dei primi locali in cui hanno suonato gli Iron Maiden a inizio carriera. Da appassionato non potevo assolutamente farmelo sfuggire!
E il locale è il classico pub inglese, piccolino, con un palco piccolissimo su cui ancora oggi fanno suonare le band emergenti!
(posso però sconsigliarvi di prendere il Fish and Chips se capitate qui, ne ho mangiati di migliori!)

E la giornata si conclude con l’ultima corsa in metro per andare verso l’albergo dall’altra parte della città, a ovest in zona Wembley, dove posso dire di essermi trovato molto bene!
Come sempre vi lascio il video racconto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *