Sony a6000: un difetto per videomakers

Voglio scrivere due righe per segnalare un piccolo difetto di una macchina fotografica quasi perfetta, la Sony a6000.

Ho iniziato ad appassionarmi realmente alla fotografia da quando ho questa macchina, io la trovo fantastica, è compatta e leggerissima ma ha un’altissima qualità e un sacco di possibilità di utilizzo: insomma, l’adoro.

Generalmente i difetti che vengono evidenziati su questa macchina, per essere usata per girare dei video, sono principalmente due:
– non avere un jack per poter collegare un microfono esterno;
– non avere uno schermo che ruota di 180°.

Per quanto riguarda il jack, c’è da dire che mamma Sony (o papà?) ha realizzato questi due microfoni compatibili che si collegano alla macchina direttamente dalla slitta del flash, rendendo la gestione dei suddetti ancora più semplice:
Sony ECM-GZ1M Microfono zoom direzionale: http://amzn.to/2FzXTMv
Sony ECM-XYST1M Microfono stereo: http://amzn.to/2DUJOgr

Lo schermo che ruota di 180° invece è una prerogativa della serie 5000, di cui mi sento di consigliarvi solamente la a5100, che è una versione migliorata della a5000: http://amzn.to/2kjt74u

Il vero difetto che ho trovato io, invece, è che se colleghiamo la macchina fotografica all’applicazione del cellulare per utilizzarlo come comando remoto, non è possibile utilizzare la funzione di registrazione di un filmato.
Il comando remoto è infatti disponibile solo per scattare le foto, così come specificato anche nella pagina del sito Sony dedicato all’applicazione: https://www.playmemoriescameraapps.com/portal/usbspec.php?eid=IS9104-NPIA09014_00-F00002

Questo è un peccato, perché limita una funzione della macchina.
Probabilmente non è fondamentale per tutti, ma è comodo in caso decidessimo di piazzare la macchina contro un muro e di comandarla tramite remoto per usarla, per esempio, come videocamera secondaria fissa durante un evento ed è giusto sapere che questa funzione non è disponibile.
È invece disponibile in tutti i modelli successivi e nella a5100.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *